Example: biology

Deliberazione n. 647 del 29 ottobre 2015 - asl.como.it

Deliberazione n. 647 del 29 ottobre 2015. i direttore generale Coadiuvato Giancarlo Bortolotti Carlo Alberto Tersalvi Rosella Petrali al Dr. Roberto Bollina da: direttore Amministrativo direttore Sanitario direttore Sociale eg Il presente atto pubblicato all'albo dell'Azienda, per rimanervi affisso per 15 giorni consecutivi, il giorno il Oggetto: ATTUAZIONE N. 2942 DEL ; INTEGRAZIONE ELENCO SOGGETTI. GESTORI DELLE UNITA' D'OFFERTA PER L'EROGAZIONE DI PRESTAZIONI E SERVIZI IN. fin AMBITO SOCIO SANITARIO INTEGRATO; STIPULA DI CONTRATTI CON I SOGGETTI. GESTORI. SESTO PROVVEDIMENTO. ai IL direttore generale . Richiamate: le - n. 1 del Legge regionale statutaria ;. - n. 33 del Testo unico delle leggi regionali in materia di sanit.

Deliberazione n. 647 del 29 ottobre 2015 Direttore Generale Dr. Roberto Bollina Coadiuvato da: Giancarlo Bortolotti Direttore Amministrativo

Tags:

  Generale, Deliberazione, Direttore generale, Direttore

Information

Domain:

Source:

Link to this page:

Please notify us if you found a problem with this document:

Other abuse

Transcription of Deliberazione n. 647 del 29 ottobre 2015 - asl.como.it

1 Deliberazione n. 647 del 29 ottobre 2015. i direttore generale Coadiuvato Giancarlo Bortolotti Carlo Alberto Tersalvi Rosella Petrali al Dr. Roberto Bollina da: direttore Amministrativo direttore Sanitario direttore Sociale eg Il presente atto pubblicato all'albo dell'Azienda, per rimanervi affisso per 15 giorni consecutivi, il giorno il Oggetto: ATTUAZIONE N. 2942 DEL ; INTEGRAZIONE ELENCO SOGGETTI. GESTORI DELLE UNITA' D'OFFERTA PER L'EROGAZIONE DI PRESTAZIONI E SERVIZI IN. fin AMBITO SOCIO SANITARIO INTEGRATO; STIPULA DI CONTRATTI CON I SOGGETTI. GESTORI. SESTO PROVVEDIMENTO. ai IL direttore generale . Richiamate: le - n. 1 del Legge regionale statutaria ;. - n. 33 del Testo unico delle leggi regionali in materia di sanit.

2 Bi - n. 23 del Politiche regionali per la famiglia che all'art. 4, comma 12, dispone il perseguimento, da parte di Regione, della tutela della salute dell'individuo za nell'ambito familiare ed il benessere di tutti i componenti della famiglia, con particolare riguardo alle situazioni che possono incidere negativamente sull'equilibrio fisico e iz psichico di ciascun soggetto;. - n. 3 del Governo della rete degli interventi e dei servizi alla persona in il ambito sociale e sociosanitario , e successive modificazioni con n. 2/2012, in ut particolare: l'art. 2, comma 1, lettere g) e h) che valorizza e sostiene il ruolo della famiglia anche per la cura della persona e promuove interventi volti a favorire la permanenza di n persone fragili nel proprio contesto abituale di vita.

3 L'art. 10, comma 1, che individua nei titoli sociali e sociosanitari gli strumenti volti a no sostenere la permanenza a domicilio delle persone fragili e a riconoscere l'impegno diretto delle reti familiari nell'assistenza continuativa;. ia Visti gli atti di programmazione regionale: - n. 88 del , approvazione del Piano Socio Sanitario Regionale op 2010/2014 (PSSR) che, al capitolo La rete dei servizi socio sanitari e territoriali , richiama la necessit dell'approccio multidisciplinare per la lettura dei bisogni complessi delle persone fragili al fine di promuovere risposte orientate alla presa in C. carico complessiva della persona e della sua famiglia e individua tra le azioni prioritarie quella di favorire la permanenza delle persone fragili nel proprio ambiente di vita.

4 - n. 983 del , adozione del Piano d'Azione Regionale per le politiche in favore delle persone con disabilit 2010/2020 che individua tra gli obiettivi generali, da perseguire nell'area della salute e dell'assistenza, quello relativo al sostegno alla famiglia nell'accoglienza e nella cura;. - n. 78 del Programma regionale di sviluppo della X Legislatura (PRS). che, in ottica di un migliore utilizzo delle risorse e di una loro ricomposizione ed integrazione, prevede la costituzione di uno specifico Fondo Regionale rivolto in modo Azienda Sanitaria Locale - Como Segue Deliberazione n. 647 del particolare alle famiglie che gestiscono situazioni di fragilit che non trovano collocazione nell'ambito della rete dei servizi territoriali, con particolare riferimento agli anziani cronici, alle persone con disabilit nonch alle fragilit derivanti dalle nuove forme di dipendenza tra cui la ludopatia.

5 Richiamati altres i seguenti atti regionali: - Decreto del della Direzione generale Famiglia, Solidariet Sociale, Volontariato e Pari Opportunit n. 4162 Determinazione in merito all'attuazione della n. 2942/2014: ripartizione delle risorse alle e suddivisione delle i al assegnazioni nelle quote a carico del 2014 e delle risorse ex n. 856/2013 , in cui si assegnano le risorse all'ASL di Como per l'importo complessivo eg di . , , di cui . , a carico del 2014 e . , utilizzando le risorse dell'ex n. 856/2013 Decreto n. 308/2014;. - n. X/2942 del , Interventi a sostegno della famiglia e dei suoi il componenti fragili ai sensi della n. 116/2013: secondo provvedimento attuativo Conferma misure avviate nel 2014 e azioni migliorative , in cui sono fin indicate le misure per sostenere le persone fragili nei loro contesti di vita, e prevede tra l'altro la possibilit per le ASL di effettuare gli eventuali necessari spostamenti di risorse da misure in capienza di risorse a favore di quelle misure che avessero ai esaurito il budget a disposizione assegnato.

6 Richiamate inoltre le Deliberazioni ASL n. 67 del , n. 172 del , n. 395 del le , n. 500 del e n. 564 del che approvano ed integrano l'Elenco dei Soggetti Gestori delle unit di offerta candidate per l'erogazione di bi prestazioni e servizi in ambito socio sanitario integrato;. za Vista l'istanza presentata dal Soggetto Gestore Fondazione Ida Parravicini di Persia ONLUS. per la Misura 4 RSA Aperta ;. iz Considerato che il Soggetto Gestore Fondazione Ida Parravicini di Persia ONLUS possiede i requisiti previsti dalla n. 2942/2014;. il ut Ritenuto pertanto di sottoscrivere il contratto con il Soggetto Gestore Fondazione Ida Parravicini di Persia ONLUS, per le prestazioni della Misura RSA Aperta secondo le modalit.

7 Stabilite nella n. 2942/2014 - Allegato C, utilizzando lo schema tipo di contratto gi . n approvato con Deliberazione ASL n. 67 del , con validit dalla firma dello stesso no e fino al ;. Stabilito di integrare l'Elenco dei Soggetti Gestori in possesso dei requisiti richiesti dalle diverse misure previste dalla n. 2942 del , Allegato A del presente ia provvedimento, con la struttura di seguito indicata op Misura Soggetto Gestore RSA Aperta Fondazione Ida Parravicini di Persia ONLUS. Via Carolina Pulici, 31. 22032 Albese con Cassano (CO). C. Per la UDO Fondazione Ida Parravicini di Persia ONLUS. Via Carolina Pulici, 31 Albese con Cassano (CO). Dato atto che, in allineamento con quanto previsto dalla normativa vigente in materia di accesso ai servizi socio sanitari, possano accedere alle misure di cui al presente provvedimento i cittadini residenti in Lombardia iscritti al Servizio Sanitario Regionale.

8 Stabilito che il contratto stipulato con l'ASL sia titolo per l'erogazione di prestazioni, a carico del Fondo Sanitario Regionale ( ), a favore di tutti i soggetti beneficiari a 2. Azienda Sanitaria Locale - Como Segue Deliberazione n. 647 del prescindere dal luogo di residenza e che pertanto il Soggetto Gestore provveda alla fatturazione delle prestazioni all'ASL di residenza del soggetto beneficiario;. Richiamato che l'ASL di residenza della persona svolga l'attivit di: - valutazione multidimensionale, prerequisito per l'analisi del bisogno, per l'accesso alle misure individuate nel presente provvedimento;. - stesura del Progetto individuale di assistenza condiviso dalla persona e/o dalla sua famiglia e redatto in collaborazione con il Comune di residenza della persona, stabilendo la durata del Progetto individuale di assistenza ed il valore complessivo del i al voucher da assegnare in relazione agli interventi che saranno successivamente declinati nel Piano di assistenza individuale.

9 Eg - monitoraggio e controllo costante degli interventi di competenza, di cui deve essere data adeguata rendicontazione alla Regione, secondo indicazioni fornite nei provvedimenti regionali;. il Dato atto che gli oneri degli interventi previsti dal presente provvedimento trovano fin copertura nell'assegnazione stabilita dal Decreto n. 4162 del della Direzione generale Famiglia, Solidariet Sociale, Volontariato e Pari Opportunit : Determinazione in merito all'attuazione della n. 2942/2014: ripartizione delle risorse alle e suddivisione delle assegnazioni nelle quote a carico del 2014 e delle risorse ex ai 856/2013 ;. Ritenuto di dare mandato alla Direzione del Dipartimento ASSI per la puntuale le applicazione di quando disposto con il presente provvedimento.

10 Bi Acquisito il parere favorevole del direttore Amministrativo, del direttore Sanitario e del direttore Sociale;. za DELIBERA. iz a) di sottoscrivere il contratto, ai sensi della n. 2942 del , con il Soggetto il Gestore Fondazione Ida Parravicini di Persia ONLUS, in possesso dei requisiti richiesti per ut la Misura RSA Aperta, con validit fino al , utilizzando lo schema tipo di contratto gi approvato con Deliberazione ASL n. 67 del ;. n b) di aggiornare e pubblicare l'Elenco dei Soggetti Gestori che hanno sottoscritto il contratto per l'erogazione di prestazioni e servizi nelle tipologie d'intervento previste no dalla n. 2942/2014 (Allegato A del presente provvedimento): Misura Soggetto Gestore ia RSA Aperta Fondazione Ida Parravicini di Persia ONLUS.


Related search queries