Example: quiz answers

DIREZIONE GENERALE DIREZIONE …

DIREZIONE GENERALE . DIREZIONE AMMINISTRATIVA. UFFICIO GARE E CONTRATTI. Decreto n. 554 del 30/5/2017. Oggetto: proroga tecnica contrattuale per il periodo , nelle more della conclusione dell'espletamento della procedura negoziata ai sensi dell'art. 36, comma 2, lett. b) del D. Lgs. n. 50/2016 per l'affidamento del servizio di vigilanza armata con piantonamento fisso, radio/videocollegamento e guardiania della sede in Roma, via Po n. 14 del Crea (Palazzina A e B). (CIG ZDE1CB0535). VISTO il Decreto Legislativo n. 454/99, che ha provveduto ad istituire il Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura stabilendo, tra l'altro, che il patrimonio del CRA. costituito dal patrimonio delle strutture di Ricerca in esso confluito.

decorrenza dal 2 gennaio 2015, è prorogato, senza soluzione di continuità, per 1 (uno) anno e comunque non oltre la nomina degli organi ordinari di Amministrazione;

Information

Domain:

Source:

Link to this page:

Please notify us if you found a problem with this document:

Other abuse

Transcription of DIREZIONE GENERALE DIREZIONE …

1 DIREZIONE GENERALE . DIREZIONE AMMINISTRATIVA. UFFICIO GARE E CONTRATTI. Decreto n. 554 del 30/5/2017. Oggetto: proroga tecnica contrattuale per il periodo , nelle more della conclusione dell'espletamento della procedura negoziata ai sensi dell'art. 36, comma 2, lett. b) del D. Lgs. n. 50/2016 per l'affidamento del servizio di vigilanza armata con piantonamento fisso, radio/videocollegamento e guardiania della sede in Roma, via Po n. 14 del Crea (Palazzina A e B). (CIG ZDE1CB0535). VISTO il Decreto Legislativo n. 454/99, che ha provveduto ad istituire il Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura stabilendo, tra l'altro, che il patrimonio del CRA. costituito dal patrimonio delle strutture di Ricerca in esso confluito.

2 VISTA la legge del 6 luglio 2002, n. 137, recante Delega per la riforma dell'organizzazione del Governo e della Presidenza del Consiglio dei Ministri, nonch di Enti pubblici ;. VISTI i Decreti Interministeriali dell' , con i quali il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali di concerto con il Ministero per la Funzione Pubblica e il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha approvato i Regolamenti di Organizzazione e Funzionamento e di Amministrazione e Contabilit del Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (CRA);. VISTO l'art. 12, commi 1 e 2, del Decreto Legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito con legge 7. agosto 2012, n. 135 e successive modificazioni che, nel prevedere la soppressione dell'INRAN attribuisce al CRA le funzioni e i compiti gi affidati all'INRAN dal D.

3 Lgs. n. 454 del 1999 e le competenze acquisite nel settore delle sementi, sopprimendo al contempo le funzioni dell'INRAN gi svolte dall'ex INCA;. VISTA la legge 23 dicembre 2014 n. 190, recante Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilit per l'anno 2015) e, in particolare il comma 381 dell'art. 1, che prevede l'incorporazione dell'Istituto Nazionale di Economia Agraria INEA - nel Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura, che assume la denominazione di Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria;. VISTO il sesto periodo del comma 381, del sopracitato articolo 1, che a sua volta dispone ai fini dell'attuazione delle disposizioni contenute nel predetto comma nominato un Commissario straordinario.

4 VISTO il Decreto del Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali del , con il quale l'incarico di Commissario straordinario del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria, attribuito al Dott. Salvatore Parlato con Decreto del Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali del con decorrenza dal 2 gennaio 2015, prorogato, senza soluzione di continuit , per 1 (uno) anno e comunque non oltre la nomina degli organi ordinari di Amministrazione;. VISTO il Regolamento di Organizzazione dell'Amministrazione Centrale di cui al Decreto del Commissario straordinario n. 7 del ;. VISTO il Decreto del Commissario straordinario n. 9 del , con il quale stato conferito alla Ida Marandola l'incarico di Direttore GENERALE del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria a decorrere dal 1 febbraio 2016.

5 VISTO il Decreto Ministeriale Mipaaf n. 19083 del , registrato alla Corte dei Conti in data 28 febbraio 2017, n. 161, concernente l'approvazione del Piano degli interventi di incremento dell'efficienza organizzativa ed economica, finalizzati all'accorpamento, alla riduzione e alla razionalizzazione delle Strutture scientifiche dell'ente ;. VISTO il DPCM del , con il quale Dott. Salvatore Parlato nominato Commissario Straordinario del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria, con i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione sino alla definizione della procedura di nomina del Presidente e del Consiglio di amministrazione del Crea;. VISTO il Decreto del Commissario Straordinario n.

6 4 del , con cui stato deliberato il bilancio di previsione 2017 dell'Ente;. VISTO lo Statuto del Consiglio per la Ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana serie GENERALE n. 76. del ;. VISTO l'art. 16 Centri di ricerca del predetto Statuto con cui si dispone che I Centri di Ricerca del CREA sono definiti dal Consiglio di Amministrazione, previo parere del Consiglio scientifico, nell'ambito del Piano di riorganizzazione e di razionalizzazione della rete delle articolazioni territoriali di cui all'articolo 1, comma 381, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 ;. VISTO il Decreto del Commissario straordinario n. 57 del , con il quale sono istituiti, a decorre dal , n.

7 12 Centri di ricerca del Crea, come previsti nel suddetto Piano ;. VISTA la nota Mipaaf prot. n. 8203 del , con la quale il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha approvato il Bilancio di previsione 2017 dell'Ente;. VISTO il proprio Decreto n. 550 del con il quale stato dato avvio ad un nuova una procedura negoziata sotto soglia comunitaria ai sensi dell'art. 36, comma 2, lett. b) del D. Lgs. n. 50/2016 per l'affidamento del servizio di vigilanza armata con piantonamento fisso, radio/video collegamento e guardiania della sede in Roma, via Po n. 14 del Crea (Palazzina A e B) e con il quale stato fissato il termine di ricezione delle offerte per il giorno 26 giugno alle ore 13:00.

8 CONSIDERATO che per la definizione degli atti della predetta procedura di gara si reso necessario attendere l'approvazione del Bilancio Preventivo 2017, l'adozione del nuovo Statuto e la riorganizzazione dell'ente e, infine, l'emanazione del primo Decreto correttivo (D. Lgs. n. 57/2017) del Nuovo codice dei contratti (D. Lgs. n. 50/2016), in quanto era stato anticipato dalle istituzioni competenti che avrebbe inciso su molti articoli determinanti per la redazione degli atti di gara e la cui pubblicazione in Gazzetta Ufficiale avvenuta soltanto il 5 maggio ;. VISTA la scadenza fissata al contratto in essere con la societ attualmente affidataria del servizio formalizzato con contratto del prot. Crea n.

9 62564 fissata al ;. CONSIDERATO che sia la giurisprudenza del Consiglio di Stato (ex multis sentenza del ; sentenza sez. V del n. 2882, sentenza del n. 850, sentenza sez. III del n. 3580) che l'ANAC (deliberazione n. 1 del ;. comunicato del , Parere n. AG 33/13, AG 32/2015 AP) hanno ritenuto che le Pubbliche Amministrazioni possano ricorrere all'istituto della cd. proroga tecnica del contratto in via del tutto eccezionale e per un periodo di tempo strettamente necessario per consentire l'individuazione del nuovo contraente, in ragione del principio costituzionale di continuit dell'azione amministrativa;. PRESO ATTO che la stessa aggiudicataria del servizio - ha dichiarato per le vie brevi la disponibilit a proseguire la gestione del servizio fino al 31 agosto 2017, agli stessi patti e condizioni previsti nel contratto stipulato in data.

10 VISTA altres la propria nota prot. Crea n. 16842 del con il quale si comunicano le disposizioni in ordine all'orario di servizio del mese di agosto dell'Amministrazione Centrale del Crea di via Po. 14, e chiusura sedi con conseguente riduzione dei servizi di cui trattasi;. DATO ATTO che non sussiste la necessit di richiedere un nuovo codice CIG per la proroga cd. tecnica del contratto di affidamento in essere (avente gi codice CIG: ZDE1CB0535), come da risposta fornita dall' , nella sezione FAQ Tracciabilit dei flussi finanziari - A42 che si riporta nel prosieguo: non prevista la richiesta di un nuovo codice CIG quando la proroga sia concessa per garantire la prosecuzione dello svolgimento del servizio (in capo al precedente affidatario) nelle more dell'espletamento delle procedure necessarie per l'individuazione di un nuovo soggetto affidatario e come anche confermato dalla stessa Autorit per le vie brevi.


Related search queries