Example: stock market

Il Manuale della STERILIZZAZIONE - electromedical.it

AZIENDA OSPEDALIERA della PROVINCIA DI PAVIA - 1 - A Cura: Direzione Sanitaria Servizi Infermieristici: Oltrep - Lomellina Specialistica Ambulatoriale Dipartimento di Salute Mentale Revisione Dicembre 2003 Il Manuale della STERILIZZAZIONE AZIENDA OSPEDALIERA della PROVINCIA DI PAVIA - 2 - IL Manuale della STERILIZZAZIONE Premessa Il presente Manuale nasce dalla necessit di codificare una delle procedure critiche e comuni particolarmente implicata nella prevenzione delle infezioni ospedaliere. Il Manuale scaturito a seguito di un analisi nelle sale operatorie ed in alcuni settori ambulatoriali al fine di prendere visione di quanto effettuato per il trattamento dello strumentario chirurgico e contiene i riferimenti bibliografici pi autorevoli.

AZIENDA OSPEDALIERA DELLA PROVINCIA DI PAVIA - 2 - IL MANUALE DELLA STERILIZZAZIONE Premessa Il presente manuale nasce dalla necessità di codificare una delle procedure critiche e

Information

Domain:

Source:

Link to this page:

Please notify us if you found a problem with this document:

Other abuse

Transcription of Il Manuale della STERILIZZAZIONE - electromedical.it

1 AZIENDA OSPEDALIERA della PROVINCIA DI PAVIA - 1 - A Cura: Direzione Sanitaria Servizi Infermieristici: Oltrep - Lomellina Specialistica Ambulatoriale Dipartimento di Salute Mentale Revisione Dicembre 2003 Il Manuale della STERILIZZAZIONE AZIENDA OSPEDALIERA della PROVINCIA DI PAVIA - 2 - IL Manuale della STERILIZZAZIONE Premessa Il presente Manuale nasce dalla necessit di codificare una delle procedure critiche e comuni particolarmente implicata nella prevenzione delle infezioni ospedaliere. Il Manuale scaturito a seguito di un analisi nelle sale operatorie ed in alcuni settori ambulatoriali al fine di prendere visione di quanto effettuato per il trattamento dello strumentario chirurgico e contiene i riferimenti bibliografici pi autorevoli.

2 L attenzione si fissata soprattutto sui passaggi pi critici facendo una rivisitazione dell intero processo di lavoro. Vengono cos descritte le fasi di: - decontaminazione - pulizia - asciugatura - manutenzione - confezionamento - STERILIZZAZIONE - conservazione della sterilit - rintracciabilit del materiale. Il Manuale si articola in capitoli successivi ognuno dei quali entra nei dettagli tecnici. Obiettivi L obiettivo generale del Manuale riportare delle linee guida comuni autorevoli ed aggiornate sul tema della STERILIZZAZIONE a vapore. I sotto-obiettivi sono: 1. Uniformare i riferimenti bibliografici e normativi di riferimento 2.

3 Individuare i punti critici del processo di STERILIZZAZIONE 3. Fornire indicazioni specifiche sui punti critici 4. Codificare una modalit di conservazione delle registrazioni sui controlli di STERILIZZAZIONE . AZIENDA OSPEDALIERA della PROVINCIA DI PAVIA - 3 - CONCETTO DI STERILIZZAZIONE Il concetto di STERILIZZAZIONE si modificato nel corso del tempo con l avanzamento della tecnologia e con l acquisizione di nuove conoscenze scientifiche. Inizialmente la STERILIZZAZIONE veniva definita come un processo attraverso il quale venivano distrutte tutte le forme di vita possibili, comprese le spore e si riteneva che il passaggio dei materiali all interno della camera dell autoclave potesse garantire l assenza di proliferazione di germi.

4 Gli studi hanno evidenziato che il risultato di sterilit veniva di fatto, molto influenzato da come i materiali venivano preparati prima del processo di STERILIZZAZIONE e del buon funzionamento delle apparecchiature utilizzate. Alla luce delle nuove conoscenze, la STERILIZZAZIONE pu essere definita come il risultato finale di un processo che ricorre alla tecnologia avanzata e che tende a garantire la condizione in cui la sopravvivenza dei microrganismi altamente improbabile. Poich dal punto di vista statistico non si pu affermare che ci sia certezza di sterilit , diventa indispensabile codificare tutte le procedure che intervengono nel trattamento del materiale al fine di ridurre il pi possibile il rischio di alterazione del risultato.

5 Le normative internazionali (esempio EN 556) indicano che una popolazione di oggetti pu essere considerata STERILE quando vi la probabilit di trovare UN oggetto NON STERILE (con uno o pi microrganismi ancora vivi su di esso) su un milione di oggetti. Questa probabilit chiamata SAL (Sterility Assurance Level). Quindi un insieme di oggetti considerato sterile quando 1 su un milione contaminato (= alla conta batterica 10-6). AZIENDA OSPEDALIERA della PROVINCIA DI PAVIA - 4 - MATERIALI CRITICI DA SOTTOPORRE ASTERILIZZAZIONE: Prima di effettuare una scelta occorre definire, all interno della propria unit operativa, tutti gli strumenti critici ossia gli strumenti che devono necessariamente essere utilizzati in condizione di sterilit.

6 Il criterio per la loro classificazione il seguente: oggetti e presidi che introdotti nell organismo vengono a contatto con soluzioni di continuo e mucose; oggetti e presidi che entrano in contatto con cavit sterili del corpo; alcuni oggetti e presidi che entrano in contatto con cavit non sterili durante attivit diagnostiche o terapeutiche in grado di aumentare il rischio di contaminazione e di infezione; i materiali di supporto all effettuazione di procedure asettiche. FATTORI CHE INFLUENZANO LA STERILIZZAZIONE Fattori fisici Occorre raggiungere e mantenere i parametri di STERILIZZAZIONE in modo da ottenere un corretto processo di STERILIZZAZIONE . Normalmente sono riferiti alle apparecchiature.

7 Qualit e quantit della carica batterica Per diminuire la carica batterica iniziale sulle superfici da sterilizzare necessario eseguire correttamente il lavaggio e l asciugatura del materiale Presenza di sporco e materiale organico su un oggetto non perfettamente pulito pu costituire una protezione per i microrganismi e quindi rendere inefficace la STERILIZZAZIONE . La carica batterica presente sugli strumenti prima della STERILIZZAZIONE denominata Bioburden e pu essere di lieve, media o grave entit . Per questa ragione deve essere rimossa efficacemente attraverso la decontaminazione e il lavaggio. Pi si abbassa il bioburden iniziale, pi garanzie si hanno sul buon esito della STERILIZZAZIONE .

8 Un accorgimento che facilita la rimozione dello sporco dalle superfici lasciarle in ammollo in soluzione liquida fino al momento del lavaggio. Struttura dell oggetto da sterilizzare L agente sterilizzante deve poter raggiungere tutte le superfici dell oggetto da sterilizzare. Alcuni materiali presentano una struttura liscia e ben esposta, altri sono molto pi articolati e quindi presentano maggiori problemi di gestione. Conservazione degli oggetti sterilizzati Si considerino il tipo di imballaggio, la corretta conservazione degli oggetti sterilizzati, l integrit dell involucro ed il rispetto delle scadenze al fine di evitare eventuali AZIENDA OSPEDALIERA della PROVINCIA DI PAVIA - 5 -contaminazioni.

9 Anche il corretto deposito/stoccaggio del materiale di fondamentale importanza. COMPITI DELLE FIGURE PROFESSIONALI Dall analisi della legislazione vigente si evincono vari livelli di responsabilit rispetto alle procedure di STERILIZZAZIONE : dal direttore sanitario, in quanto responsabile della direzione dell ospedale ai fini organizzativi ed igienico-sanitari, all operatore professionale coordinatore in quanto responsabile dei piani di lavoro del personale a lui afferente, all infermiere professionale, che partecipa alla formulazione dei piani di lavoro stessi. Inoltre collaborano, sotto la responsabilit del coordinatore e dell IP, l operatore socio-assistenziale (OSS), l operatore tecnico addetto all assistenza (OTA) e l ausiliario sociosanitario specializzato (ASSS) ai quali possono essere delegate le operazioni relative a: raccolta, lavaggio, asciugatura, preparazione, confezionamento, operazioni di carico e scarico dalle autoclavi e stoccaggio del materiale sterilizzato.

10 Poich la responsabilit viene definita come il dover rispondere delle proprie azioni rispettando quanto stabiliscono leggi e regolamenti, ne deriva che l Opereratore Professionale Coordinatore sar responsabile dell organizzazione del servizio e l dell esecuzione, controllo e gestione delle procedure di STERILIZZAZIONE e quindi del: controllo di idoneit del materiale e dei contenitori scelta del procedimento di STERILIZZAZIONE scelta e controllo del metodo di confezionamento esecuzione e controllo delle prove di verifica del corretto funzionamento delle apparecchiature segnalazione di anomalie e guasti supervisione e controllo sulle attivit svolte da OSS, OTA e ASSS.


Related search queries