Example: dental hygienist

LO STATO PATRIMONIALE - Download

LO STATO PATRIMONIALE . A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA. STATO PATRIMONIALE ATTIVO. CREDITI TRIBUTARI. IMPOSTE ANTICIPATE. STATO PATRIMONIALE PASSIVO. INVERSIONE E FONDO IMPOSTE, ANCHE DIFFERITE. DEBITI VERSO SOCI PER FINANZIAMENTI. FISCALIT DIFFERITA. FONDAMENTO. le imposte sul reddito hanno la natura di oneri sostenuti dall'impresa nella produzione del reddito assimilabili agli altri costi di esercizio, e, come tali, da contabilizzare in osservanza dei principi di competenza e di prudenza. Le imposte sul reddito devono essere contabilizzate nell'esercizio in cui sono stati contabilizzati i costi e i ricavi cui tali imposte si riferiscono, indipendentemente dalla data di pagamento delle medesime. FISCALIT DIFFERITA. RISULTATO. ANTE COINCIDENZA TRA. VALORI UGUALI. IMPOSTE (da VALORI CIVILI E FISCALI. CE) CONFRONTO.

confronto risultato ante imposte (da ce) reddito imponibile (da unico) valori uguali valori diversi coincidenza tra valori civili e fiscali negative positive differenze permanenti

Information

Domain:

Source:

Link to this page:

Please notify us if you found a problem with this document:

Other abuse

Transcription of LO STATO PATRIMONIALE - Download

1 LO STATO PATRIMONIALE . A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA. STATO PATRIMONIALE ATTIVO. CREDITI TRIBUTARI. IMPOSTE ANTICIPATE. STATO PATRIMONIALE PASSIVO. INVERSIONE E FONDO IMPOSTE, ANCHE DIFFERITE. DEBITI VERSO SOCI PER FINANZIAMENTI. FISCALIT DIFFERITA. FONDAMENTO. le imposte sul reddito hanno la natura di oneri sostenuti dall'impresa nella produzione del reddito assimilabili agli altri costi di esercizio, e, come tali, da contabilizzare in osservanza dei principi di competenza e di prudenza. Le imposte sul reddito devono essere contabilizzate nell'esercizio in cui sono stati contabilizzati i costi e i ricavi cui tali imposte si riferiscono, indipendentemente dalla data di pagamento delle medesime. FISCALIT DIFFERITA. RISULTATO. ANTE COINCIDENZA TRA. VALORI UGUALI. IMPOSTE (da VALORI CIVILI E FISCALI. CE) CONFRONTO.

2 REDDITO. IMPONIBILE. VALORI DIVERSI. (da UNICO). DIFFERENZE PERMANENTI DIFFERENZE TEMPORANEE. NEGATIVE POSITIVE DEDUCIBILI IMPONIBILI. IMPOSTE IMPOSTE. NO FISCALITA' ANTICIPATE DIFFERITE. DIFFERITA. FISCALIT DIFFERITA. DIFFERENZE TEMPORANEE. IMPONIBILI DEDUCIBILI. IMPOSTE DIFFERITE IMPOSTE ANTICIPATE. Tassazione rateizzata componenti positivi Deduzioni componenti di reddito nel prospetto del disinquinamento FISCALIT DIFFERITA. DIFFERENZE TEMPORANEE. IMPONIBILI DEDUCIBILI. IMPOSTE DIFFERITE IMPOSTE ANTICIPATE. Limitazioni alla deducibilit di rettifiche di valore Deducibilit parzialmente differita Deducibilit . facoltativamente differita Deducibilit per cassa Perdite fiscali riportabili Esempio Esercizio 2003. Risultato ante imposte risultante dal conto economico: Differenze temporanee dell'esercizio non rilevate Deducibili: spese di manutenzione eccedenti il 5% : 50 (vedi TAV.)

3 3). compensi ad amministratori deliberati ma non corrisposti : 100 (vedi TAV: 4). Imponibili: plusvalenze rateizzabili in 5 esercizi : 200 (vedi ). Differenze temporanee di esercizi precedenti non rilevate Deducibili: spese di manutenzione eccedenti il 5%: 100 (vedi TAV. 3). Imponibili: plusvalenze rateizzabili in 5 esercizi. 300 (vedi TAV. 5). Esercizio 2004. Esempio Risultato ante imposte risultante dal conto economico: Differenze temporanee dell'esercizio Deducibili: spese di manutenzione dell'esercizio eccedenti il 5% : 100. compensi ad amministratori deliberati ma non corrisposti nell'esercizio : 150. Imponibili: plusvalenze realizzate nell'esercizio e rateizzate fiscalmente in 5 esercizi : 350. ammortamento iscritto nell'apposito prospetto in sede di dichiarazione dei redditi di cui all'art. 109 TUIR: 200. Rigiro differenze temporanee di esercizi precedenti Deducibili: quota delle spese di manutenzione eccedenti : 50.

4 Pagamento ad amministratori dei compensi dell'esercizio 2003 : 100. Imponibili: quota delle plusvalenze di esercizi precedenti : 200. Differenze permanenti: costi non deducibili: 100. plusvalenze esenti: 300. Esempio FASE 1: iscrizione della fiscalit differita non rilevata nell'esercizio precedente Il dettaglio delle differenze temporanee e la relativa fiscalit differita (non rilevata contabilmente) originatasi negli esercizi precedenti al 2004 e non iscritta in bilancio riportata nelle TAV. 3, 4 e 5. Tavola 3 - Spese di manutenzione eccedenti il 5%. Spese di manutenzione residue dell'esercizio 1999: 10, imposte anticipate 3,3. ANNO 2004 2005 2006 2007 2008. Differenze temporanee deducibili 10. Imposte anticipate 3,3. Spese di manutenzione residue dell'esercizio 2000: 20, imposte anticipate 6,6. ANNO 2004 2005 2006 2007 2008. Differenze temporanee deducibili 10 10.

5 Imposte anticipate 3,3 3,3. Spese di manutenzione residue dell'esercizio 2001: 30, imposte anticipate 9,9. ANNO 2004 2005 2006 2007 2008. Differenze temporanee deducibili 10 10 10. Imposte anticipate 3,3 3,3 3,3. Spese di manutenzione residue dell'esercizio 2002: 40, imposte anticipate 13,2. ANNO 2004 2005 2006 2007 2008. Differenze temporanee deducibili 10 10 10 10. Imposte anticipate 3,3 3,3 3,3 3,3. Spese di manutenzione dell'esercizio 2003: 50, imposte anticipate 16,5. ANNO 2004 2005 2006 2007 2008. Differenze temporanee deducibili 10 10 10 10 10. Imposte anticipate 3,3 3,3 3,3 3,3 3,3. Totale delle spese di manutenzione che rappresentano differenze temporanee deducibili: 150, imposte anticipate 49,5. ANNO 2004 2005 2006 2007 2008. Differenze temporanee deducibili 50 40 30 20 10. Imposte anticipate 16,5 13,2 9,9 6,6 3,3. Tavola 4 Compensi ad amministratori deliberati ma non ancora corrisposti Compensi ad amministratori deliberati nel 2003 e non ancora corrisposti: 100, imposte anticipate 33.

6 ANNO 2004 2005 2006 2007 2008. Differenze temporanee deducibili 100. Imposte anticipate 33. Tavola 5 Plusvalenze rateizzate Plusvalenze residue dell'esercizio 2000: 50, imposte differite 16,5. ANNO 2004 2005 2006 2007. Differenze temporanee imponibili 50. Imposte differite 16,5. Plusvalenze residue dell'esercizio 2001: 100, imposte differite 33. ANNO 2004 2005 2006 2007. Differenze temporanee imponibili 50 50. Imposte differite 16,5 16,5. Plusvalenze residue dell'esercizio 2002: 150, imposte differite 49,5. ANNO 2004 2005 2006 2007. Differenze temporanee imponibili 50 50 50. Imposte differite 16,5 16,5 16,5. Plusvalenze dell'esercizio 2003 (4/5): 200, imposte differite 66. ANNO 2004 2005 2006 2007. Differenze temporanee imponibili 50 50 50 50. Imposte differite 16,5 16,5 16,5 16,5. Totale delle plusvalenze che rappresentano differenze temporanee imponibili: 500, imposte differite 165.

7 ANNO 2004 2005 2006 2007. Differenze temporanee imponibili 200 150 100 50. Imposte differite 66 49,5 33 16,5. Rilevazione fiscalit differita pregressa Le scritture contabili da effettuare con riferimento all'inizio dell'esercizio in linea con i principi contabili internazionali sono le seguenti: a) imposte anticipate non iscritte negli esercizi precedenti: Imposte anticipate a Riserve 82,5. b) imposte differite passive non iscritte negli esercizi precedenti: Riserve A Fondo imposte differite 165. Determinazione imposte Tavola 5 Calcolo delle imposte esercizio 2004. UTILE DA CONTO ECONOMICO IRES FISCALIT IRAP. DIFFERITA. Pi : Variazioni in aumento: quota plusvalenze 200 66 .. meno: Variazioni in diminuzione: quota spese di manutenzione (50) (16,5) .. pagamento compensi amministratori (100) (33,0) .. (150) (49,5) .. Determinazione imposte VARIAZIONI DELL'ESERCIZIO.

8 Variazioni in aumento: spese di manutenzione eccedenti 100 33,0 . compensi ad amministratori non corrisposti 150 49,5 .. 250 82,5 .. Variazioni in diminuzione: plusvalenze rateizzate (4/5) (280) (92,4) .. ammortamenti di cui all'art. 109 TUIR (200) (66,0). (480) (158,4). Differenze permanenti: costi non deducibili: 100. plusvalenze esenti: (300). (200). REDDITO IMPONIBILE 820. Imposte sul reddito dell'esercizio IMPOSTE DELL'ESERCIZIO DA RILEVARE CONTABILMENTE: IRES corrente 33% di 820: (270,6). Imposte anticipate (IRES) 82,5. Imposte differite passive (IRES) (158,4). Utilizzo fondo imposte esercizio precedente 66,0. Diminuzione imposte anticipate esercizio precedente (49,5). IMPOSTE TOTALI (330). Rilevazione fiscalit 2004. Le scritture contabili relative a tali imposte sono le seguenti: a) imposte correnti: Imposte correnti a Debiti tributari 270,6. b) imposte anticipate: Imposte anticipate a Imposte differite ( ) 82,5.

9 C) imposte differite passive: Imposte differite (C:E) a Fondo imposte differite 158,4. Riassorbimento fiscalit differita a) utilizzo fondo imposte esercizio precedente: Fondo imposte differite a Imposte differite 66. b) diminuzione imposte anticipate esercizio precedente: Imposte differite ( ) a Imposte anticipate 49,5. Imposte anticipate e perdite fiscali Le condizioni richieste in generale per la rilevazione delle imposte anticipate sono disciplinate dal principio contabile nazionale n. 25: le attivit derivanti da imposte anticipate non possono essere rilevate, in rispetto al principio della prudenza, se non vi la ragionevole certezza dell'esistenza negli esercizi in cui si riverseranno le differenze temporanee deducibili, che hanno portato all'iscrizione delle imposte anticipate, di un reddito imponibile non inferiore all'ammontare delle differenze che si andranno ad annullare.

10 In presenza di tali condizioni, la rilevazione obbligatoria . Imposte anticipate e perdite fiscali La scelta degli amministratori relativamente all'iscrizione della fisclait differita rilevante in quanto la societ comunica all'esterno un segnale rilevante: in caso di iscrizione delle imposte anticipate la societ assume l'impegno di fronteggiare la perdita dell'esercizio o degli esercizi precedenti con utili provenienti dalle gestioni future;. in caso di non iscrizione delle imposte anticipate la societ segnala l'incapacit di generare, nel periodo di tempo previsto per la recuperabilit fiscale, adeguati risultati positivi. Valutazione nel corso degli esercizi Il principio contabile nazionale n. 25 sottolinea che: Un'imposta anticipata derivante da perdite riportabili ai fini fiscali, non contabilizzata in passato in quanto non sussistevano i requisiti per il suo riconoscimento, deve essere iscritta nell'esercizio in cui tali requisiti emergono.


Related search queries